Com’è strutturato Memolo? Il materasso memory foam

Com’è strutturato Memolo?

Il materasso memory foam “Memolo” è un prodotto completamente diverso dai suoi simili ed innovativo; può essere modificato e personalizzato facilmente, adattandosi alle vostre esigenze giorno dopo giorno, seguendo perfettamente i mutamenti del vostro fisico. Sarete voi stessi a scegliere come regolare la sua rigidità, disponendo gli inserti colorati come più preferite; potete scegliere se dare più sostegno alla zona del collo, delle spalle o dei fianchi. “Memolo” è quindi un materasso memory foam rivoluzionario, del quale vedremo oggi le caratteristiche tecniche.

 

  • Perché è rivoluzionario?

  • I dati del materasso

  • I materiali utilizzati

  • Le caratteristiche fisiche

 

 

Perché è rivoluzionario?

 

La rivoluzione è sempre tre quarti fantasia e per un quarto realtà.” sosteneva Bakunin, famoso rivoluzionario russo. Questa frase si può adattare a qualsiasi campo, dalla politica, alla storia e alla filosofia, fino ai prodotti in commercio; questo soprattutto quando viene immesso sul mercato un articolo nuovo e del tutto diverso da quelli che lo hanno preceduto. Un nuovo articolo, per essere considerato rivoluzionario, non è quindi sufficiente che stravolga le caratteristiche dei suoi predecessori;bisogna anche che stupisca il pubblico, portando a nuovi livelli la loro capacità di immaginare.

Questo è avvenuto, ad esempio, per il mondo elettronico con la comparsa dello smartphone; anche per l’automobile con i modelli a trazione integrale e per il materasso con i modelli in memory foam.

La realizzazione di tutti questi prodotti è stata possibile grazie alla cura e dedizione dei ricercatori che li hanno sviluppati; tanto che sono stati poi riconosciuti come “Prodotti rivoluzionari” per le innovazioni portate nei loro ambiti.

Certo, nel corso del tempo, l’innovazione va avanti con costanza, soprattutto in relazione al mondo del riposo si sono avuti. Negli ultimi decenni, sempre nuove tipologie di memory foam, che adottano sempre nuove tecnologie per migliorare la qualità del riposo; ad esempio l’introduzione della struttura cellulare aperta, per rendere più traspirante un materiale come la schiuma di poliuretano viscoelastico.

Certamente i brevetti che vengono realizzati per i materassi hanno molta meno risonanza mediatica di quanto avviene per altri settori; non per questo vuol dire che siano meno importanti nel mondo del riposo. Pur essendo nascosto, è importante quanto e più del trasporto e della telecomunicazione.

 

Rivoluziona il tuo materasso

Memolo” è qualcosa di mai visto finora, per cui quello che abbiamo appena detto sulla rivoluzione si attesta perfettamente. La rivoluzione non è più qualcosa composto da tre parti di fantasia e una di realtà; infatti potrete fantasticare sul vostro materasso ideale e realizzarlo al momento! Rivoluzionerete completamente il vostro riposo ed avrete un riscontro ideale ed immediato.

Tutto questo è possibile grazie all’enorme adattabilità di “Memolo”, ma non solo. Infatti per poter essere soggetto a continui cambiamenti è necessario che ogni dettaglio sia studiato per questo fine.

Ogni parte di questo materasso in memoy è concepita per adattarsi alle esigenze di tutti; dai materiali utilizzati, fino alle caratteristiche tecniche, alle misure degli spessori e al rivestimento. Per questo procediamo a descrivere in dettaglio le sue caratteristiche; partendo dalle cifre più dirette (spessore degli strati e misure), passando per le specifiche tecniche, finendo con il rivestimento. In questo modo vi sarà ancora più chiaro perché questo articolo può fregiarsi del titolo di “Prodotto Rivoluzionario”.

 

Materasso memory foam: i dati

 

Iniziamo la nostra analisi partendo dai dati tecnici di “Memolo”. Come ogni materasso la misura, ossia l’altezza e la larghezza, sono di secondaria importanza; questo perché a seconda delle esigenze ciascuno di noi può scegliere le dimensioni più adatte al nostro letto, sia esso matrimoniale, singolo o ad una piazza e mezza. Quello che interessa a noi sono i dati della terza misura, la profondità, indicata come spessore, o altezza (da non confondere con la lunghezza).

 

Lo spessore totale di “Memolo” è di 20,5 centimetri, suddivisi su 3 diversi strati; lo strato superficiale in memory foam ha uno spessore di 7 centimetri, così da potersi adattare ad ogni tipo di corporatura grazie al calore del corpo, seguendo perfettamente il profilo.

Lo strato intermedio è quello più interessante. Esso è un’insieme di 7 alloggiamenti, in cui andranno poi inseriti gli inserti colorati, che compongono lo strato intermedio; quello che poi sarà da voi personalizzato, scegliendo quali inserti usare e quali no.

Il secondo strato è pertanto, il vero punto di forza del materasso in memory foam “Memolo”. Infatti è quello che potrete modificare e personalizzare a vostro completo gradimento; potrete scegliere la disposizione e l’ordine degli inserti cilindrici a tre diverse rigidità, differenziati per colore:

azzurri, quelli ad alta rigidità, bianchi gli inserti a rigidità media e arancioni quelli morbidi.

Tutti gli inserti hanno lo stesso diametro, ossia 8 centimetri, così che l’unico cambiamento percepito sia la rigidità.

 

Gli strati

Visto lo strato superiore, composto da 7 centimetri di memory foam, e lo strato intermedio personalizzabile, costituito dai cilindri. Arriviamo allo strato inferiore che rappresenta la migliore ossatura per il materasso personalizzabile “Memolo” con 13 centimetri di spessore; eccezione fatta per gli alloggiamenti destinati agli inserti, dove lo spessore si riduce fino a raggiungere i 5 centimetri. Essendo lo scheletro del materasso, è studiato alla perfezione per poter sorreggere adeguatamente ogni tipo di massa corporea; in questo modo, il memory foam si modella su calore corporeo, reagendo solo in parte alla pressione. Gli inserti sostengono la metà superiore del corpo, dal collo fino al bacino senza spostarsi; inoltre senza trascurare un ausiliare sostegno a tutto il resto del corpo, in particolare alle gambe.

Sommando gli spessori dei due strati otteniamo 20 centimetri tondi, a cui vanno sommati ulteriori 5 millimetri di imbottitura; essa è destinata a proteggere il materasso dall’umidità, dalla luce, dall’usura, garantendo un ottimo livello di igiene durante il sonno.

Mentre per il materasso singolo ci sono 7 alloggiamenti nello strato inferiore e vengono forniti 21 inserti; 7 per ogni grado di rigidità. Per il materasso matrimoniale i dati sono doppi, in modo tale da suddividerlo alla perfezione in due zone di riposo unite ma indipendenti.

 

I materiali utilizzati

Come ogni materasso in memory foam, “Memolo” non è realizzato completamente in schiuma di poliuretano viscoelastico, ma anche di altri materiali, tutti frutto di ricerche mirate e concepiti per dare il miglior sonno possibile al vostro corpo. Vediamo quindi quali sono i materiali che compongono questo materasso in dettaglio.

La realizzazione del poliuretano avviene in Italia, nello stabilimento della Orsa foam S.p.a., ditta che è specializzata nella produzione di schiume poliuretaniche, che ha fatto della ricerca nel rispetto dell’ambiente e delle normative il suo punto di forza e che, grazie alla sua politica aziendale di continua innovazione, è arrivata ad essere un marchio simbolo a livello europeo dell’eccellenza Made In Italy per quanto riguarda la realizzazione di schiume viscoelastiche.

I materiali che compongono “Memolo” sono stati concepiti e studiati in questa realtà e sono un ottimo esempio di qualità e innovazione; vediamo quindi quali sono.

Memory Foam

Partiamo come sempre dallo strato superficiale, quello in memory foam; questo strato è realizzato con una schiuma di poliuretano viscoelastica a lento ritorno che, grazie alle sue particolari caratteristiche, si adatta alla perfezione alle forme del corpo, modellandosi in base al calore e alla pressione; assorbe egregiamente l’energia dei movimenti e delle vibrazioni, dissipandola per dare un miglior riposo e infine ha una struttura cellulare aperta, che permette un’elevata traspirabilità, evitando uno dei problemi più diffusi delle schiume poliuretaniche di qualità inferiore, cioè il riscaldamento del letto che può portare ad un peggioramento della qualità del riposo.

Poliuretano Viscoelastico

Mentre lo strato superiore è realizzato in poliuretano viscoelastico, con le caratteristiche che abbiamo appena elencato, gli inserti colorati sono realizzati con tre differenti tipi di polieteri convenzionale (di cui tratteremo più specificatamente in seguito le proprietà tecniche). Parleremo ora invece di quali sono le caratteristiche e i pregi di questo materiale.

I polieteri convenzionali prodotti da Orsa foam S.p.a. sono una gamma di quasi 40 materiali, ognuno con delle particolari proprietà fisiche, ma tutti accomunati da ottime prestazioni e affidabilità, che permettono al cliente finale di avere un prodotto di altissimo livello.

Grazie alla loro duttilità l’applicazione di questi materiali e ampissima, poiché possono essere utilizzati con successo per arredi, imballaggio, abbigliamento e, per quanto riguarda il nostro caso, anche per i materassi.

Water foam

Lo strato inferiore, quello verde con gli alloggiamenti per gli inserti, è composto in schiumato ad acqua, o waterfoam, un materiale flessibile che è composto principalmente su base acquosa. In questo modo risulta essere oltre che resistente, elastico ed ergonomico, ecocompatibile.

A differenza della schiuma di poliuretano viscoelastica, lo schiumato ad acqua reagisce esclusivamente alla pressione del corpo, sostenendolo durante il riposo. Lavorando assieme al memory foam, lo schiumato ad acqua permette di ridurre le sollecitazioni della colonna vertebrale e delle articolazioni, rendendo i materassi realizzati con esso un valido aiuto nella prevenzione di patologie ossee, muscolari e nervose. Questo è possibile poiché vengono eliminate le tensioni e le contratture, alleviando il senso di stanchezza a fine giornata.

 

Il materasso è poi composto da un’imbottitura completamente anallergica, con un rivestimento esterno in tessuto tecnico altamente traspirante; esso permette la corretta circolazione dell’aria in tutto il materasso e lo scambio termico interno-esterno. La fodera traspirante è invece composta di tessuto elasticizzato, completamente anallergico, che viene sottoposto ad un particolare trattamento antitarme e antimuffa, in questo modo il livello di igiene del materasso è eccellente, essendo protetto adeguatamente anche da batteri, acari e tutti gli altri fattori che possono compromettere la qualità del nostro sonno. La fodera è facilmente rimovibile grazie alla cerniera che percorre i 4 lati del materasso; questo accorgimento permette sia una più facile personalizzazione del materasso sia la possibilità di sfoderarlo e lavarlo senza troppe difficoltà, rendendo quindi più immediata ogni operazione di manutenzione.

Riassumendo: tutti i materiali sono stati accuratamente scelti in fase di sviluppo per far sì che “Memolo” sia un materasso che risponda perfettamente allo scopo di dare il miglior riposo possibile, sia per quanto riguarda il sostegno e il comfort, che per l’igiene e il benessere.

I vantaggi del memory foam

Riassumiamo i vantaggi del memory foam di cui si compone lo strato superficiale di “Memolo”:

  • si modella autonomamente grazie all’azione termica del corpo;
  • assorbe e distribuisce il peso corporeo gradualmente su una superficie ampia in modo bilanciato;
  • riduce al minimo i punti di pressione e sollecitazione sul corpo;
  • ha un ottimo livello di traspirazione, che impedisce che l’umidità prodotta dal corpo ristagni nel materasso,
  • permette un riposo confortevole e benefico anche nelle condizioni più critiche.

 

Le caratteristiche fisiche del materasso memory foam

 

Abbiamo parlato della cura e dei dettagli con cui vengono realizzati i materiali che compongono questo materasso rivoluzionario. L’argomento che tratteremo ora è invece decisamente meno immediato (e forse un po’ più noioso); pertanto cercheremo di affrontarlo in modo schematico, semplificandolo il più possibile, così da renderlo più comprensibile.

Parliamo delle caratteristiche fisiche dei materiali che compongono il materasso “Memolo”, ossia delle proprietà fisiche quali densità, portanza, resistenza alla trazione e deformazione permanente. Queste caratteristiche sono reperibili sulla scheda tecnica, ma senza sapere a cosa fanno riferimento restano numeri ordinati in una tabella, privi di ciascun valore o senso (a meno che non siate appassionati di fisica o matematica). Partiamo dalle basi.

 

La densità

Per densità si fa riferimento al rapporto che c’è tra la massa di un materiale e il volume che occupa,  quindi è il peso di un materiale per ogni metro cubo (o mille litri).

Per quanto riguarda il memory foam, la densità viene usata per suddividere i prodotti in tre grandi gruppi: alta densità (superiore a 60 kg/m3), media (compresa tra 60 e 40 kg/m3) e bassa densità (inferiore a 40 kg/m3).

“Memolo” rientra tra i materassi con memory foam a densità medio bassa, avendo il suo strato in memory una densità di 40  kg/m; la media densità è la categoria preferibile per i materassi in memory, poiché è quella in grado di rispondere al maggior numero di esigenze. Infatti essi permettono il compromesso ideale tra capacità avvolgente e sostegno del corpo.

Mentre i materassi con memory ad alta densità risulteranno molto più sensibili al calore corporeo e quindi parecchio più avvolgenti, quelli a bassa densità danno una sensazione di morbidezza più immediata e un sostegno maggiore.

Per gli inserti e lo strato inferiore in schiumato ad acqua, la densità è un parametro che fa intendere quanto sia il peso specifico della schiuma utilizzata, potendo capire la sua capacità di sostegno, più una schiuma sarà densa, maggiore sarà il sostegno che potrà dare al corpo.

 

La portanza

La portanza è, invece, la capacità portante di un materiale, ovvero, in parole povere, il peso massimo che può sopportare.

La portanza viene misurata in modo simile alla pressione, cioè in chilopascal (kPa); in termini bruti e profani, la forza che un metro quadrato di materiale può sopportare, senza deformarsi.

In poche parole, più questo valore è basso, più soffice sarà il materiale e minore sarà il peso che può sopportare. Si può vedere come “Memolo”, lo strato superficiale sia quello più soffice, mentre l’inserto azzurro sia quello con la maggiore capacità di portanza, ancora più dello strato inferiore in schiumato ad acqua, che rappresenta la base di tutto il materasso.

 

Resistenza alla trazione

Resistenza alla trazione è la capacità di resistere alla sollecitazione di due forze divergenti di un corpo o un materiale. Anche questo valore si misura in kPa. Mentre la deformazione permanente, per un materiale elastico, è il valore che indica quando esso, dopo una sollecitazione, non ritorna allo stato originario, ma subisce una modifica permanente, essa viene indicata con un numero puro. Questi valori, letti assieme, servono a determinare l’elasticità di un materiale.

Visti tutti questi elementi potrete leggere, se siete interessati, la scheda tecnica di “Memolo” con uno sguardo più attento. Potendo comprendere tutto il procedimento di ricerca e sviluppo alle sue spalle e apprezzandone ancora più il risultato: ossia il materasso universale.

Riassumiamo tutto quanto in questi due schemi:

materasso memory foam

In conclusione torniamo all’inizio, facendo una provocazione: può “Memolo” essere considerato un  “Prodotto Rivoluzionario”?

La risposta, tralasciando le riflessioni considerate nella prima parte, alla luce di tutti gli elementi esposti, è sicuramente sì.

Questo materasso memory foam, per quanto insolito possa sembrare a prima vista, capovolge completamente i concetti di riposo e personalizzazione; non solo per la sua particolare forma, ma anche per l’attenzione ad ogni più piccolo dettaglio, che abbiamo raccolto e riassunto in questo articolo.

Top